Aggiornamenti di guerra, Iraq: nuovo attacco agli ezidi di Şengal

Apprendiamo e diffondiamo:


Dopo gli attacchi armati della scorsa settimana, i militari iracheni stanno circondando le postazioni delle forze di autodifesa ezide in diversi villaggi del distretto e hanno chiuso tutte le vie di comunicazione. Inoltre si sono verificate esplosioni nella città di Şengal, riportano diverse fonti.


L'iniziativa militare irachena sta avvenendo parallelamente all'attacco turco alle aree controllate dal PKK nel Kurdistan meridionale (nord Iraq) e agli attacchi permanenti al Rojava (la scorsa settimana l'attacco di un drone turco a Kobane ha causato la morte di 3 combattenti YPJ, mentre un successivo bombardamento diversi feriti civili e danneggiamenti). L'obiettivo - condiviso tra Turchia, Iraq e Regione autonoma curda controllata dal clan Barzani - sembra essere interrompere il collegamento tra le zone di difesa di Şengal, Rojava e Medya.


Lo scorso 20 aprile la giornalista tedesca Marlene Förster e il collega sloveno Matej Kavčič sono stati arrestati con l'accusa di "sostegno al terrorismo" dalle autorità di Baghdad mentre stavano indagando sulla situazione nella regione ezida e sono attualmente detenuti dai servizi segreti iracheni.


L'esercito iracheno ha iniziato un attacco su larga scala per invadere la regione autonoma ezida di Şengal.


Nella zona sono in corso pesanti combattimenti, nei villaggi e nelle basi sul monte Sinjar. Le forze armate di Baghdad stanno attaccando con carri armati, artiglieria e armi pesanti. I co-presidenti del Partito per la libertà e la democrazia Yezidi (PAD, formazione sorella del PYD curdo-siriano) ha dichiarato resistenza a oltranza e invitato le forze rivoluzionarie a difendere l'Amministrazione autonoma ezida.”

Diventa il primo a commentare